Tutto Stranieri
Username:
Password:
Save Password


Register
Select Language
  Home   Forums   The Rabble   FAQ     Register  
Active Topics | Active Polls | Resources | Members | Online Users | Avatar Legend | Search
Select Skin: 
 All Forums
 Le normative
 La patente
 Guidare in Italia con patente estera e Conversione
   All users can post NEW topics in this forum
   All users can reply to topics in this forum
Before Archiving the total rating was: 
Next Page
 Printer Friendly
Author Previous Topic: informazioni patente b Topic Next Topic: patente internazionale - come ottenerla?
Page: of 4

RedBull
Junior Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 27 June 2005 :  11:31:33  Show Profile  Add RedBull to Buddylist
Guidare in Italia con patente estera

Per guidare in Italia con la Patente estera occorre essere
muniti di Patente Internazionale a meno che il guidatore non sia
un cittadino di un paese aderente alla Unione Europea.
La patente internazionale consente la guida in Italia a
coloro che non siano residenti da più di un anno.
Per chi, invece, ha deciso di trasferirsi in Italia
occorre analizzare tre casi:

-1-
Cittadini di stati appartenenti all'Unione Europea

Le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri dell'Unione
Europea sono equiparate alle corrispondenti patenti di guida
italiane.
Il titolare di una patente di guida di un altro Stato membro
della CEE che acquisisce in Italia la sua residenza ha due
possibilità:
a) può convertire la sua patente di guida nell’equipollente patente
italiana entro un anno dall’acquisizione della residenza in Italia
b) può conservare la sua patente originaria facendola però
riconoscere, ma solo entro i 90 giorni dall’acquisizione della
residenza in Italia.

In entrambi i casi deve recarsi presso un ufficio provinciale
della Motorizzazione Civile e presentare richiesta su apposito
modulo insieme ad un'autocertificazione della propria residenza
e all'attestazione di versamenti prescritti.
In seguito a tale richiesta l’ufficio della Motorizzazione rilascerà
un tagliando che deve essere apposto sul documento di guida.
Il guidatore può conservare la sua patente originaria, senza procedere ad alcun riconoscimento, ma si potrebbero avere
inconvenienti o ritardi in sede di rilascio del duplicato per
smarrimento, furto o distruzione della patente, essendo necessario
richiedere notizie allo Stato di rilascio per il tramite delle
normali vie diplomatico-consolari.

-2-
Cittadini di stati non appartenenti all'Unione Europea ma con
accordi sulla conversione di patenti

I conducenti di uno Stato estero non appartenente all'Unione Europea,
ma che abbia firmato accordi in merito con l'Italia, può guidare in
Italia se provvisto di Patente Internazionale.
Nel caso in cui desideri acquisire la residenza anagrafica in Italia
o se risiede in Italia da più di un anno deve convertire la patente
in italiana.
La conversione è automatica grazie agli stessi accordi.
Il rilascio avviene previo controllo del possesso da parte del
richiedente dei requisiti psichici, fisici stabiliti dal Codice
della strada, ma senza sostenere alcun esame di guida.
Uguale è la procedura in senso contrario (da patente italiana a patente estera).
I paesi appartenenti a questa categoria sono:
Algeria, Gran Bretagna, Norvegia Svezia, Argentina, Grecia,
Paesi Bassi, Svizzera, Austria, Irlanda, Polonia, Taiwan, Belgio,
Islanda, Portogallo, Turchia, Cipro, Lettonia, Principato di Monaco,
Ungheria, Croazia, Libano, Repubblica Ceca, Danimarca,
Liechtenstein, Repubblica di Corea, Estonia, Lituania,
Repubblica Slovacca, Filippine, Lussemburgo Romania, Finlandia,
Macedonia, San Marino, Francia, Malta, Slovenia, Germania, Marocco,
Spagna, Giappone, Moldova, Sri Lanka.

Più alcuni paesi solo per casi particolari:
Canada: patente italiana convertibile solo per personale
diplomatico e consolare;
Cile: patente italiana convertibile solo per personale diplomatico
e i relativi familiari;
Stati Uniti: patente italiana convertibile solo per personale
diplomatico e consolare;
Zambia: patente italiana convertibile solo per cittadini in
missione governativa e relativi familiari.

-3-
Cittadini di stati non appartenenti alla Unione Europea senza
accordi sulla conversione di patenti

Se si appartiene a quella categoria di cittadini che non abbiano
firmato accordi con l'Italia occorre guidare in Italia provvisti

1) della propria patente
2) della Patente Internazionale (che consiste nella semplice traduzione della patente originale)
Se si soggiorna in Italia da oltre un anno, occorre chiedere la
residenza in Italia e prendere la patente italiana, vale a dire è
necessario sostenere di nuovo gli esami teorici e pratici per
conseguirla (se non si conosce bene l'italiano si può optare per per
l'esame teorico orale).
Questo caso, infatti, è interpretato come se fosse una Revisione
della patente di guida secondo l'art.128 del Codice della Strada.

Red.

RedBull

www.tuttostranieri.it

 Posts: 491  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 09 April 2006 Alert Moderator 
test

baro_77
Junior Member

Status: offline

 Posted - 27 June 2005 :  16:42:34  Show Profile  Add baro_77 to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da RedBull

Guidare in Italia con patente estera

Per guidare in Italia con la Patente estera occorre essere
muniti di Patente Internazionale a meno che il guidatore non sia
un cittadino di un paese aderente alla Unione Europea.
La patente internazionale consente la guida in Italia a
coloro che non siano residenti da più di un anno.
Per chi, invece, ha deciso di trasferirsi in Italia
occorre analizzare tre casi:

-1-
Cittadini di stati appartenenti all'Unione Europea

Le patenti di guida rilasciate dagli Stati membri dell'Unione
Europea sono equiparate alle corrispondenti patenti di guida
italiane.
Il titolare di una patente di guida di un altro Stato membro
della CEE che acquisisce in Italia la sua residenza ha due
possibilità:
a) può convertire la sua patente di guida nell’equipollente patente
italiana entro un anno dall’acquisizione della residenza in Italia
b) può conservare la sua patente originaria facendola però
riconoscere, ma solo entro i 90 giorni dall’acquisizione della
residenza in Italia.

In entrambi i casi deve recarsi presso un ufficio provinciale
della Motorizzazione Civile e presentare richiesta su apposito
modulo insieme ad un'autocertificazione della propria residenza
e all'attestazione di versamenti prescritti.
In seguito a tale richiesta l’ufficio della Motorizzazione rilascerà
un tagliando che deve essere apposto sul documento di guida.
Il guidatore può conservare la sua patente originaria, senza procedere ad alcun riconoscimento, ma si potrebbero avere
inconvenienti o ritardi in sede di rilascio del duplicato per
smarrimento, furto o distruzione della patente, essendo necessario
richiedere notizie allo Stato di rilascio per il tramite delle
normali vie diplomatico-consolari.

-2-
Cittadini di stati non appartenenti all'Unione Europea ma con
accordi sulla conversione di patenti

I conducenti di uno Stato estero non appartenente all'Unione Europea,
ma che abbia firmato accordi in merito con l'Italia, può guidare in
Italia se provvisto di Patente Internazionale.
Nel caso in cui desideri acquisire la residenza anagrafica in Italia
o se risiede in Italia da più di un anno deve convertire la patente
in italiana.
La conversione è automatica grazie agli stessi accordi.
Il rilascio avviene previo controllo del possesso da parte del
richiedente dei requisiti psichici, fisici stabiliti dal Codice
della strada, ma senza sostenere alcun esame di guida.
Uguale è la procedura in senso contrario (da patente italiana a patente estera).
I paesi appartenenti a questa categoria sono:
Algeria, Gran Bretagna, Norvegia Svezia, Argentina, Grecia,
Paesi Bassi, Svizzera, Austria, Irlanda, Polonia, Taiwan, Belgio,
Islanda, Portogallo, Turchia, Cipro, Lettonia, Principato di Monaco,
Ungheria, Croazia, Libano, Repubblica Ceca, Danimarca,
Liechtenstein, Repubblica di Corea, Estonia, Lituania,
Repubblica Slovacca, Filippine, Lussemburgo Romania, Finlandia,
Macedonia, San Marino, Francia, Malta, Slovenia, Germania, Marocco,
Spagna, Giappone, Moldova, Sri Lanka.

Più alcuni paesi solo per casi particolari:
Canada: patente italiana convertibile solo per personale
diplomatico e consolare;
Cile: patente italiana convertibile solo per personale diplomatico
e i relativi familiari;
Stati Uniti: patente italiana convertibile solo per personale
diplomatico e consolare;
Zambia: patente italiana convertibile solo per cittadini in
missione governativa e relativi familiari.

-3-
Cittadini di stati non appartenenti alla Unione Europea senza
accordi sulla conversione di patenti

Se si appartiene a quella categoria di cittadini che non abbiano
firmato accordi con l'Italia occorre guidare in Italia provvisti

1) della propria patente
2) della Patente Internazionale (che consiste nella semplice traduzione della patente originale)
Se si soggiorna in Italia da oltre un anno, occorre chiedere la
residenza in Italia e prendere la patente italiana, vale a dire è
necessario sostenere di nuovo gli esami teorici e pratici per
conseguirla (se non si conosce bene l'italiano si può optare per per
l'esame teorico orale).
Questo caso, infatti, è interpretato come se fosse una Revisione
della patente di guida secondo l'art.128 del Codice della Strada.

Red.



Per quanto riguarda il punto 2 a me hanno detto che la conversione deve essere fatta entro e non oltre i tre anni dall'ottenimento della residenza.
Vi risulta????
Baro

 Country: Italy  ~  Posts: 398  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 21 February 2012 Alert Moderator  Go To Top Of Page

pierre
Advanced Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 27 June 2005 :  23:01:13  Show Profile  Add pierre to Buddylist
La conversione va sempre fatta entro e non oltre un anno dalla data di iscrizione anagrafica.

Pierre

 Country: Italy  ~  Posts: 3352  ~  Member Since: 25 June 2005  ~  Last Visit: 27 January 2010 Alert Moderator  Go To Top Of Page

marillion
Advanced Member


Status: offline
Member Rated:


 Posted - 27 June 2005 :  23:46:51  Show Profile  Add marillion to Buddylist
e andate piano se ci tenete ai vostri punticini


valeva la pena di votare il cavaliere solo per vedere rosicare gino

 Country: Italy  ~  Posts: 5067  ~  Member Since: 20 June 2005  ~  Last Visit: 27 September 2008 Alert Moderator  Go To Top Of Page

baro_77
Junior Member

Status: offline

 Posted - 28 June 2005 :  08:29:27  Show Profile  Add baro_77 to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da pierre

La conversione va sempre fatta entro e non oltre un anno dalla data di iscrizione anagrafica.




Se leggi bene il post iniziale di redbull c'è scritto che puoi guidare con la patente estera per un anno, dopo hai 3 anni per la conversione.

io domani inizio la pratica in una scuola guida e mi moglie è residente dal 2003

Stefano

 Country: Italy  ~  Posts: 398  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 21 February 2012 Alert Moderator  Go To Top Of Page

RedBull
Junior Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 28 June 2005 :  10:56:06  Show Profile  Add RedBull to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da baro_77

Citazione:
Originariamente inviato da pierre

La conversione va sempre fatta entro e non oltre un anno dalla data di iscrizione anagrafica.




Se leggi bene il post iniziale di redbull c'è scritto che puoi guidare con la patente estera per un anno, dopo hai 3 anni per la conversione.

io domani inizio la pratica in una scuola guida e mi moglie è residente dal 2003

Stefano



Io ho scritto che si può guidare con la patente estera per 1 anno,
dopodichè va richiesta la patente italiana.
Non ho scritto che dopo si hanno 3 anni per la conversione.
Red.

RedBull

www.tuttostranieri.it

 Posts: 491  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 09 April 2006 Alert Moderator  Go To Top Of Page

baro_77
Junior Member

Status: offline

 Posted - 28 June 2005 :  11:19:45  Show Profile  Add baro_77 to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da RedBull

Citazione:
Originariamente inviato da baro_77

Citazione:
Originariamente inviato da pierre

La conversione va sempre fatta entro e non oltre un anno dalla data di iscrizione anagrafica.




Se leggi bene il post iniziale di redbull c'è scritto che puoi guidare con la patente estera per un anno, dopo hai 3 anni per la conversione.

io domani inizio la pratica in una scuola guida e mi moglie è residente dal 2003

Stefano



Io ho scritto che si può guidare con la patente estera per 1 anno,
dopodichè va richiesta la patente italiana.
Non ho scritto che dopo si hanno 3 anni per la conversione.
Red.



Certo, ho postato male io..
Baro

 Country: Italy  ~  Posts: 398  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 21 February 2012 Alert Moderator  Go To Top Of Page

ramses
Junior Member

Status: offline

 Posted - 28 June 2005 :  21:49:56  Show Profile  Add ramses to Buddylist
Tutto chiaro, sono le stesse informazioni che ho faticosamente trovato in giro per la rete... ma secondo voi quindi per i cittadini non residenti nella UE è obbligatorio avere anche la Patente di guida Internazionale???

Io, sinceramente, leggendo attentamente il comma 1 dell'art. 135 del codice della strada davo una interpretazione diversa:

Citazione:
I conducenti muniti di patenti di guida o di permesso internazionale rilasciati da uno Stato estero possono guidare in Italia veicoli per i quali e' valida la loro patente o il loro permesso, purche' non siano residenti in Italia da oltre un anno


L'interpretazione letterale è evidentemente che è necessario essere muniti di patente di guida o di permesso internazionale rilasciati dallo stato estero, e quindi in sostanza il permesso internazionale non è necessario!

Dico questo per un motivo semplice. Io ho fatto già la patente internazionale per poter guidare in Brasile anche se la Policia Rodoviaria diceva che non era necessaria giusto solo per tranquillità mia personale... ma per fare la stessa cosa in Brasile occorre obbligatoriamente rivolgersi al Tpouring Club Brasiliano (organo emettitore ufficiale per il Brasile!!!!) e pagare ben 140 real che sono più della metà del salario minimo brasiliano!! Mi sembrerebbe un'assurdità e tra l'altro in Brasile emettono il permesso internazionale con validità massima di un anno (o meno se la patente di guida scade prima).

Avete qualche esperienza del caso???

Grazie!!

Ramses

 Posts: 167  ~  Member Since: 28 June 2005  ~  Last Visit: 12 October 2007 Alert Moderator  Go To Top Of Page

pierre
Advanced Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 28 June 2005 :  22:08:59  Show Profile  Add pierre to Buddylist
A mio parere (ma non ne sono certo) dal momento che la patente internazionale non e' che una traduzione multilingue della patente nazionale di guida e' indispensabile avere la patente internazionale quando la patente nazionale e' in un formato e lingua non comprensibile oppure riporta notizie diverse da quelle delle patenti italiane.
Non ho pero' esperienza diretta perche' mia moglie aveva sia la patente russa che quella internazionale.
salutoni

Pierre

 Country: Italy  ~  Posts: 3352  ~  Member Since: 25 June 2005  ~  Last Visit: 27 January 2010 Alert Moderator  Go To Top Of Page

marillion
Advanced Member


Status: offline
Member Rated:


 Posted - 28 June 2005 :  22:16:57  Show Profile  Add marillion to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da pierre

A mio parere (ma non ne sono certo) dal momento che la patente internazionale non e' che una traduzione multilingue della patente nazionale di guida e' indispensabile avere la patente internazionale quando la patente nazionale e' in un formato e lingua non comprensibile oppure riporta notizie diverse da quelle delle patenti italiane.
Non ho pero' esperienza diretta perche' mia moglie aveva sia la patente russa che quella internazionale.
salutoni



l'intepretazione di pierre è quella giusta. In realtà la patente internazionale non è una vera patente ma soltanto un documento che certifica di aver conseguito la patente nello stato precedente di origine o di residenza.
Quando avrò un pò di tempo posterò piu dettagliatamente

valeva la pena di votare il cavaliere solo per vedere rosicare gino

 Country: Italy  ~  Posts: 5067  ~  Member Since: 20 June 2005  ~  Last Visit: 27 September 2008 Alert Moderator  Go To Top Of Page

RedBull
Junior Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 29 June 2005 :  10:39:28  Show Profile  Add RedBull to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da ramses

Tutto chiaro, sono le stesse informazioni che ho faticosamente trovato in giro per la rete... ma secondo voi quindi per i cittadini non residenti nella UE è obbligatorio avere anche la Patente di guida Internazionale???

Io, sinceramente, leggendo attentamente il comma 1 dell'art. 135 del codice della strada davo una interpretazione diversa:

Citazione:
I conducenti muniti di patenti di guida o di permesso internazionale rilasciati da uno Stato estero possono guidare in Italia veicoli per i quali e' valida la loro patente o il loro permesso, purche' non siano residenti in Italia da oltre un anno


L'interpretazione letterale è evidentemente che è necessario essere muniti di patente di guida o di permesso internazionale rilasciati dallo stato estero, e quindi in sostanza il permesso internazionale non è necessario!

Dico questo per un motivo semplice. Io ho fatto già la patente internazionale per poter guidare in Brasile anche se la Policia Rodoviaria diceva che non era necessaria giusto solo per tranquillità mia personale... ma per fare la stessa cosa in Brasile occorre obbligatoriamente rivolgersi al Tpouring Club Brasiliano (organo emettitore ufficiale per il Brasile!!!!) e pagare ben 140 real che sono più della metà del salario minimo brasiliano!! Mi sembrerebbe un'assurdità e tra l'altro in Brasile emettono il permesso internazionale con validità massima di un anno (o meno se la patente di guida scade prima).

Avete qualche esperienza del caso???

Grazie!!

Ramses



IO in Brasile ho sempre guidato con la solo patente Italiana
senza utilizzare quella Internazionale.
So per certo però che questa è richiesta.. ma la polizia lì
è parecchio permissiva su queste cose..
;)

RedBull

www.tuttostranieri.it

 Posts: 491  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 09 April 2006 Alert Moderator  Go To Top Of Page

ramses
Junior Member

Status: offline

 Posted - 29 June 2005 :  11:04:28  Show Profile  Add ramses to Buddylist
Il problema infatti non è la Rodoviaria o la Federal, ma la Stradale!!! Mi chiedo se davanti al Codice della Strada interpretano come lo interpreto io o se non vedono il Permesso Internazionale fanno storie!!!

Qui l'unica è rivolgersi direttamente a loro e già che ci sono pure alla mia assicurazione per vedere se coprono in caso di incidente senza il Permesso internazionale!

Vi farò sapere!!!

Ramses

 Posts: 167  ~  Member Since: 28 June 2005  ~  Last Visit: 12 October 2007 Alert Moderator  Go To Top Of Page

veronica
Junior Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 29 June 2005 :  16:44:29  Show Profile  Add veronica to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da pierre

La conversione va sempre fatta entro e non oltre un anno dalla data di iscrizione anagrafica.




Scusa se mi permetto,forse quello che hai scritto varia da paese a paese.Perchè mio marito tunisino ha convertito la patente , e non c'era questa limitazione.

Veronica Saldi

 Country: Italy  ~  Posts: 371  ~  Member Since: 29 June 2005  ~  Last Visit: 20 March 2012 Alert Moderator  Go To Top Of Page

pierre
Advanced Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 29 June 2005 :  22:25:02  Show Profile  Add pierre to Buddylist
Questo e' l'ultimo elenco disponibile.
La conversione va richiesta entro un anno a meno che si decida di non guidare affatto decorso l'anno dalla residenza.
Di fatto il diritto alla conversione non decade dopo l'anno.
E' comunque (sembra stupido ricordarlo ma e' importante) possedere la patente straniera da convertire PRIMA di richiedere l'iscrizione anagrafica. Questo controllo infatti viene fatto d'ufficio e in caso contrario scatta la denuncia per falsa dichiarazione.

PATENTI CORVERTIBILI
Ad oggi le patenti convertibili sono:
(circolare prot. n. 1274/M340 del 10/03/05)
Elenco aggiornato al 10/03/05 degli Stati le cui patenti di guida sono convertibili.

Austria Lituania Islanda Algeria P. di Monaco
Belgio Lussemburgo Liechtenstein Argentina Rep. di Corea
Cipro Malta Norvegia Croazia Romania
Danimarca Paesi Bassi Svizzera Filippine San Marino
Estonia Polonia Giappone Sri Lanka
Finlandia Portogallo Libano Taiwan
Francia Rep. Ceca Macedonia Turchia
Germania Slovenia Marocco Tunisia
Gran Bretagna Spagna Moldavia
Grecia Svezia
Irlanda Slovacchia
Lettonia Ungheria
Stati per cui le autorità rilasciano patenti convertibili solo per alcune categorie di conducenti
Canada Personale diplomatico e consolare
Cile Diplomatici e loro familiari
Stati Uniti Personale diplomatico e consolare e loro familiari
Zambia Cittadini in missione governativa e loro familiari

Saluti

Pierre

 Country: Italy  ~  Posts: 3352  ~  Member Since: 25 June 2005  ~  Last Visit: 27 January 2010 Alert Moderator  Go To Top Of Page

pierre
Advanced Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 29 June 2005 :  22:27:15  Show Profile  Add pierre to Buddylist
ho ripostato l'elenco perche' quello di redbull non era recente (mancava ad esempio la tunisia, se non mi sono sbagliato)

Pierre

 Country: Italy  ~  Posts: 3352  ~  Member Since: 25 June 2005  ~  Last Visit: 27 January 2010 Alert Moderator  Go To Top Of Page

pierre
Advanced Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 29 June 2005 :  22:34:30  Show Profile  Add pierre to Buddylist
Conducenti che si trovano in possesso di una patente di guida rilasciata da uno Stato della Comunità Europea, in virtù delle attuali Direttive comunitarie sono equiparati in tutto e per tutto al conducente italiano.

L’unica differenza rispetto al titolare di documento italiano si trova nell’articolo 207 del Codice della strada che prevede il pagamento immediato delle violazioni o il versamento di una cauzione, solo se si trovano alla guida di un veicolo con targa straniera..

In base alla direttiva comunitaria 91/439/CE sostituita dalla direttiva 2000/56/CE adottata con decreto ministeriale nr. 40T del 30.09.2003 i documenti di guida emessi da questi Stati può ottenere in sostituzione l'equipollente patente italiana, previa verifica, da parte degli organi competenti, che la patente sia effettivamente in corso di validità; in base poi alla gestione tramite la procedura del riconoscimento presso il sistema informatizzato del Ministero dei Trasporti può ottenere il rilascio del duplicato del documento in caso di smarrimento o furto e le variazioni di residenza, scadenza ecc.. La direttiva emanata ed il DM che l’ha recepita sono stati promulgati quando ancora l’U.E. era composta dagli storici 15 Stati.

Per effetto del Trattato di Atene del 16 aprile 2002 dal 1° maggio 2004 sono entrati a far parte della Comunità Europea i seguenti Stati: Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceka, Repubblica Slovacca, Slovenia e Ungheria; il Dipartimento dei Trasporti Terrestri con la circolare 1682/M330 del 03.05.2004 ha diramato disposizioni agli Uffici periferici relative ai predetti Stati.

La procedura per le autorità italiane si presenta agevole nel caso di Stati che avevano già in passato stipulato accordi bilaterali con l'Italia; per questi , Polonia, Repubblica Slovacca, Slovenia e Ungheria esistono già le tabelle di equipollenza tra le categorie di patenti e la sostituzione o il riconoscimento avviene senza problemi.

Per gli altri Stati invece la questione si presenta più problematica in caso di sostituzione fino alla stesura ufficiale delle tabelle di equipollenza. Momentaneamente in base alla citata circolare 1682/M330 l'orientamento dell'ufficio D.D.T. in caso in cui sorgono dubbi, è quello di richiedere al titolare del documento un' attestazione di autenticità e/o una traduzione del documento stesso.



Pierre

 Country: Italy  ~  Posts: 3352  ~  Member Since: 25 June 2005  ~  Last Visit: 27 January 2010 Alert Moderator  Go To Top Of Page

veronica
Junior Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 30 June 2005 :  14:18:28  Show Profile  Add veronica to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da pierre

Questo e' l'ultimo elenco disponibile.
La conversione va richiesta entro un anno a meno che si decida di non guidare affatto decorso l'anno dalla residenza.

Non capisco cosa intendi!!!
Citazione:
Di fatto il diritto alla conversione non decade dopo l'anno.

Appunto, quindi cosa significa che la conversione va richiesta entro l'anno?
Citazione:
E' comunque (sembra stupido ricordarlo ma e' importante) possedere la patente straniera da convertire PRIMA di richiedere l'iscrizione anagrafica. Questo controllo infatti viene fatto d'ufficio e in caso contrario scatta la denuncia per falsa dichiarazione.


Infatti l'unica clausola era appunto di aver preso la patente in Tunisia prima della residenza in Italia.Giustamente.
A noi hanno richieto proprio il certificato storico di residenza.
ciao

Veronica Saldi

 Country: Italy  ~  Posts: 371  ~  Member Since: 29 June 2005  ~  Last Visit: 20 March 2012 Alert Moderator  Go To Top Of Page

stufitoe
Junior Member

Status: offline

 Posted - 30 June 2005 :  14:24:46  Show Profile  Add stufitoe to Buddylist
Ma allora con la patente tunisina per un anno in Italia si può guidare? Scusate se sono un po' tonta

 Country: Italy  ~  Posts: 169  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 17 July 2009 Alert Moderator  Go To Top Of Page

cris
Starting Member

Status: offline

 Posted - 30 June 2005 :  14:26:01  Show Profile  Add cris to Buddylist
Salve a tutti sono cristina, volevo raccontarvi la disavventura di mio marito con la conversione della patente. Mio marito è moldavo ed ha ottenuto la residenza in italia nel febbraio del 2003. Lui guida dal 1992 ed aveva la patente russa (penso che la sigla fosse CCPP). Siccome circolava già la voce tra i moldavi in italia che presto anche con la moldavia sarebbe stato possibile fare la conversione, ha pensato bene di convertire la patente che aveva in patente moldava, e lo ha fatto durante il nostro viaggio fatto ad agosto del 2003.
Siccome la passibilità di conversione tardava ad essere approvata, ha seguito il corso di scuola giuda ed ha conseguito la categoria B (rifacendo ovviamente l'esame).
Ha fatto poi domanda (questa volta direttamente alla motorizzazione) anche per conseguire la categoria C, ma a causa di un viaggio imprevisto in moldavia durato più del dovuto, è scaduto il certificato medico. Per non fare di nuovo la domanda, ci hanno consigliato di fare la conversione della patente moldava. Abbiamo così consegnato tutti i documenti richiesti compreso fotocopia della prima patente, perchè su quella avuta nel 2003 non viene riportata la data dell'abilitazione ma quella del rilascio, e quindi la data è successiva a quella dell'ottenimento della residenza.
Vi lascio immaginare i giri fatti alla motorizzazione di Napoli, per poi riuscire dopo insistenza a far capire all'ingegnere capo che mio marito non aveva conseguito la patente in russia, che aveva fatto la scuola giuda e l'esame in moldavia e che la moldavia prima faceva parte della Russia.
Alla fine grazie ad internet sono stata io a dover portare all'ingegnere la circolare della motorizzazione circa la conversione e la storia della moldavia in cui veniva riportato l'anno dell'indipendenza dalla russia. Essendosi convinto della possibilità di fare la conversione ci ha però richiesto un documento ufficiale della motorizzazione moldava in cui si attestava che la data sulla patente moldava non era quella dell'abilitazione avvenuta effettivamente nel 92 e non nel 2003.
Ma non finisce qui perchè dopo aver consegnato questo documento (fatto fare da amici in moldavia con un certo dispendio di soldi) è saltato fuori che per convertire tutto vuole un documento sempre legalizzato dall'ambasciata in cui sia specificato chiaramente che la scuola guida è stata fatta in moldavia e che la patente avuta nel 2002 era moldava.
In questi giorni mio marito è riuscito a farsi fare quest'altro documento e così speriamo che la settimana prossima potremo riuscire a finire questa storia che ci stà davvero stressando.

Augurateci in bocca al lupo

Ciao

 Posts: 1  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 06 July 2005 Alert Moderator  Go To Top Of Page

ramses
Junior Member

Status: offline

 Posted - 30 June 2005 :  14:32:01  Show Profile  Add ramses to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da stufitoe

Ma allora con la patente tunisina per un anno in Italia si può guidare? Scusate se sono un po' tonta



Si, o meglio per un anno a partire dal giorno in cui si è residenti in italia.

Quello che però dobbiamo ancora capire con esattezza è se gli basta la patente Tunisina o è necessario comunque avere anche la il Permesso Internazionale di Guida.

Ramses

 Posts: 167  ~  Member Since: 28 June 2005  ~  Last Visit: 12 October 2007 Alert Moderator  Go To Top Of Page

RedBull
Junior Member

Status: offline
Member Rated:


 Posted - 30 June 2005 :  15:36:11  Show Profile  Add RedBull to Buddylist
Citazione:
Originariamente inviato da ramses

Citazione:
Originariamente inviato da stufitoe

Ma allora con la patente tunisina per un anno in Italia si può guidare? Scusate se sono un po' tonta



Si, o meglio per un anno a partire dal giorno in cui si è residenti in italia.

Quello che però dobbiamo ancora capire con esattezza è se gli basta la patente Tunisina o è necessario comunque avere anche la il Permesso Internazionale di Guida.

Ramses



Ci vuole anche il permesso internazionale di guida.

RedBull

www.tuttostranieri.it

 Posts: 491  ~  Member Since: 24 June 2005  ~  Last Visit: 09 April 2006 Alert Moderator  Go To Top Of Page
Page: of 4 Previous Topic: informazioni patente b Topic Next Topic: patente internazionale - come ottenerla?  
 Printer Friendly
Next Page
Jump To:

Manutenzione e seo
 Modded By: Image Forums 2001 Snitz Forums 2000