Tutto Stranieri
Tutto Stranieri
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
 All Forums
 Le normative
 La cittadinanza italiana
 Cittadinanza per matrimonio in meno di un anno
 New Topic  Topic Locked
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

amedeo
Difensore Civico Di TuttoStranieri

Italy
14194 Posts

Posted - 26 March 2010 :  09:48:58  Show Profile
Un saluto a tutti.

Come è noto le nuove variazioni normative hanno posticipato a due anni dal matrimonio la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana. La tempistica media per l'attribuzione di questo tipo di cittadinanza si aggira sui n. 3 anni dalla domanda. Come più volte da me segnalato questi tempi sono dovuti all'estrema lentezza procedurale, che contrasta però con normative di legge che imporrebbero una maggiore celerità.

Un nostro utente storico, Senesef, è riuscito ad ottenere la cittadinanza per la propria moglie in 364 giorni a Roma. E' un record assoluto che occorre ora replicare, se non battere. Come ci è riuscito? Riporto alcune sue indicazioni riportate nel topic:

http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?whichpage=33&TOPIC_ID=1363#350081


Per conseguire questo risultato sono state necessarie due diffide alla Prefettura, tre richieste di accesso agli atti, un ricorso alla Commissione di accesso ed un ricorso all'Ispettorato della Funzione Pubblica. Di seguito i dettagli:

1)Diffida ad adempiere ed accesso agli atti in Prefettura per l'avvio del procedimento
2)Ricorso alla commissione di accesso per ottenere l'accesso agli atti al punto 1)
3)Sollecito alla Questura di Roma per esprimere il parere mancante
4)Diffida ad adempiere ed accesso agli atti in Prefettura per conclusione istruttoria
5)Ricorso all'ispettorato della Funzione Pubblica per ritardo sulla conclusione dell'istruttoria in Prefettura
6)Richiesta di accesso agli atti al Min Interno
7)Sollecito firma decreto al sottosegratario delegato del Min Interno


Nei post successivi si provvederà ad inserire la modulistica occorrente per tentare di superare il record.

Un saluto a tutti,

Amedeo

Autore dei libri:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
acquistabili su www.edizionidellimpossibile.com

Indice generale (di Amedeo): http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=98
Indice di Tuttostranieri - topic rilevanti: http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=18786
Amministratore anche di http://www.burocraziaconsolare.com

Solo casi riservatissimi, email: amedeo_si@yahoo.it

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 29 March 2010 :  19:00:10  Show Profile
Ciao a tutti, come indicato da Amedeo, io e mia moglie siamo riusciti a concludere il procedimento di concessione della cittadinanza italiana in meno di un anno, 364 giorni per l'esattezza. Per raggiungere tale obiettivo abbiamo messo in pratica tutte le procedure di accelerazione dell'istanza per matrimonio documentate nel topic "GRATIS! - Candidati per matrimonio cercasi a Roma" - http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1363 che raccoglie quasi cinque anni di esperienza da parte della numerosa comunità di TS.

Per rendere più agevole il "lavoro" per gli aspiranti neo-cittadini documenterò in questo topic i principali passi del procedimento di acquisto della cittadinanza per matrimonio, le procedure ed modelli di comunicazioni utilizzati per sollecitare i vari attori del procedimento (Prefettura - UTG e Ministero dell'Interno).

Saluti, Federico

Hasta la victoria, siempre!
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 29 March 2010 :  19:20:55  Show Profile
Il procedimento di concessione della cittadinanza italiana per matrimonio: passi principali

L'intero procedimento della concessione della cittadinanza italiana è decomposto in una serie di passi che coinvolgono attori differenti. E' importante conoscerli per comprendere quali siano i referenti responsabili del procedimento.

I passi principali del procedimento sono i seguenti:

0) Presentazione dell'istanza - Responsabilità: istante
1) Avvio del procedimento - Responsabilità: Prefettura - UTG
2) Raccolta pareri da parte della Prefettura - UTG e conclusione della prima parte dell'istruttoria - Responsabilità: Prefettura - UTG
3) Raccolta pareri servizi segreti e conclusione istruttoria - Responsabilità: Ministero dell'interno
4)Produzione decreto di concessione cittadinanza - Responsabilità: Ministero dell'Interno
5)Firma decreto di concessione cittadinanza: Responsabilità: Sottosegratario di Stato del Ministero dell'Interno
6)Invio decreto alla Prefettura - UTG: Responsabilità: Ministero dell'Interno
7)Notifica decreto all'interessato - Responsabilità: Prefettura - UTG

La durata massima dell'intero procedimento (passi 0 - 7) è fissata dalla legge ed è pari a 730 gg, però alcuni passi del procedimento hanno una durata massima stabilita da decreti attuativi e regolamenti connessi alla Legge 5 N. 91/1992.

In particolare, il D.P.R 362/94 (Disciplina procedimenti di acquisto cittadinanza) art. 2 comma 1 prevede che la Prefettura debba trasmettere entro 30 (trenta) giorni dalla presentazione dell’istanza la documentazione definitiva con le proprie osservazioni al Ministero dell’Interno. Di conseguenza, la prima parte dell'istruttoria di responsibilità della Prefettura (passi #1,2,3) deve essere completata entro 30 gg.

E' possibile quindi vigilare sull'operato della Prefettura / Ministero dell'Interno in modo che i passi aventi una durata massima stabilita dalla legge siano effettivamente conclusi in tempo.

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 30 March 2010 12:07:10
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 30 March 2010 :  12:14:16  Show Profile
Passo #0 - Richiesta dei nominativi dei responsabili del procedimento di concessione della cittadinanza italiana
Premessa
Sotto il profilo legale, il procedimento di concessione della cittadinanza italiana è avviato nel momento in cui viene presentata l'istanza e prevede che ci siano dei responsabili del procedimento

Obiettivo
Ricevere i nominativi dei responsabili del procedimento nell'ambito dell'organizzazione dell'Ufficio Territoriale del governo.

Cosa fare
Inoltrare una richiesta di informazioni e di accesso agli atti.

Destinatari

  • Funzionario responsabile Ufficio Cittadinanza c/o Ufficio Territoriale del Governo nella provicia di residenza

  • Prefetto Pro-Tempore c/o UTG provincia di residenza


I nominativi del funzionario responsabile dell'Ufficio Cittadinanza e del Prefetto Pro Tempore sono reperibili sul sito della prefettura della propria provincia di residenza (homepage: www.prefettura.it)


Quando
Dopo 7 giorni dalla presentazione dell'istanza

Modalità di invio

  • Raccomandata A/R con ricevuta di ricevimento

  • Fax



Modello di documento
[quote]
Luogo, Data

All’Ufficio Territoriale del Governo di Provincia di Residenza
a.c.a. Funz. Resp. Ufficio Cittadinanza
Via XXX, n. Y
CAP - Città (Provincia)
Fax:

All’Ufficio Territoriale del Governo di Provincia di Residenza
a.c.a. Prefetto Pro-Tempore Nominativo Prefetto S.P.M.
Via XXX, n. Y
CAP - Città (Provincia)
Fax:



Oggetto: RICHIESTA DI INFORMAZIONI ED ACCESSO AGLI ATTI relativamente al procedimento di concessione della cittadinanza italiana di ConiugeB


I sottoscritti

-ConiugeA, cittadino/a italiano/a, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y,
-ConiugeB cittadino/a indicare nazionalità, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y, tel. XXX/YYYYYYYY, cell. XXX/YYYYYYYY


nel nome e negli interessi propri e della nostra famiglia,

premesso


1)che il sottoscritto ConiugeA è coniugato con ConiugeB dal XX/YY/ZZZZ;
2)che la sottoscritta ConiugeB, cittadino/a indicare nazionalità è titolare di una carta di soggiorno N. XXXXXX rilasciata in data XX/YY/ZZZZ dalla Questura di Città;
3)che i sottoscritti hanno presentato in data XX/YY/ZZZZ presso la Prefettura di Città, Ufficio Cittadinanza di Via XXX, N. Y, l’istanza per l’ottenimento ai sensi dell’art 5 della legge n°91/1992 per la sottoscritta ConiugeB;
4)che in data XX/YY/ZZZZ in occasione della presentazione dell’istanza atta all’ottenimento della cittadinanza italiana per la sottoscritta ConiugeB non ci è stato comunicato l’avvio del procedimento della stessa e neanche il numero di protocollo della nostra pratica;

considerato


a)che le variazione normative introdotte dalla Legge 15 luglio 2009 n. 94 prevedono un contributo di 200 € per la “la copertura degli oneri connessi alle attività istruttorie inerenti ai procedimenti di competenza del Dipartimento per le libertà civili ed immigrazione” a fronte del quale è lecito attendersi una maggior livello di efficienza per la gestione del procedimento di acquisto della cittadinanza;

CHIEDONO


-ai sensi degli artt. 4 e 5 della legge n. 241/1990, che siano indicati i nomi dei funzionari responsabili dei procedimenti sopra citati e lo stato degli atti relativi al procedimento de quibus.
-ai sensi degli art. 10, 22, 23, 25 della legge n. 241/1990 che possano prendere visione e acquisire copia degli atti del procedimento.

I sottoscritti allegano alla presente:
1. copia dei propri documenti di identità;
2. copia della ricevuta di presentazione della documentazione per ottenimento della cittadinanza della sottoscritta ConiugeB


ConiugeA ConiugeB


[/quote]

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 04 April 2010 19:54:54
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 04 April 2010 :  19:33:11  Show Profile
Passo #0.1 - Primo accesso agli atti
Premessa
Dopo aver inviato la richiesta di nominativi dei responsabili del procedimento e di accesso agli atti, il risultato atteso è una comunicazione da parte della Prefettura-UTG contenente i nominativi dei responsabili ed autorizzazione ad effettuare l'accesso agli atti in un periodo di tempo ben determinato (generalmente una finestra di 30 giorni a partire dalla data di invio della risposta).

Obiettivo
L'accesso agli atti ha l'obiettivo di determinare lo stato in cui si trova il procedimento ed acquisire informazioni utili per accelerarne il decorso. Durante l'accesso agli atti, l'interessato potrà prendere visione dell'intera documentazione sia in formato cartaceo (in genere coincidente con l'istanza e la documentazione allagata) che in formato elettronico (contenuto del fascicolo elettronico creato nel SICITT). In merito alle informazioni presenti nel sistema informatico, molto spesso le Prefetture si rifiutano di mostrarle all'interessato adducendo motivazioni di sensibilità dei dati contenuti in quanto riferibili ad un procedimento interno alla pubblica amministrazione (endo-procedimento).

Occorre far presente che l'articolo 15 della Legge 11 febbraio 2005, n. 15 estende il concetto di documento amministrativo specificando che per "documento amministrativo", ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale
Nel caso in cui anche di fronte a tale evidenza ci sia un rifiuto nel consentire l'accesso a tali informazioni, il consiglio è di richiedere verbalmente le informazioni riportate nella checklist e di far includere la risposta nel verbale di accesso.

Cosa fare
Di seguito una check-list sulle informazioni da acquisire ed i controlli da effettuare durante l'accesso agli atti.
-verificare che il procedimento sia stato avviato mediante creazione di un fascicolo elettronico nel sistema SICITT ed attribuzione del codice K10 di protocollazione
-verificare che siano stati richiesti i pareri alle altre istituzioni coinvolte (tribunale, questura, comune);
-annotare i riferimenti (es. numero di protocollo) delle richieste effettuate alle suddette istituzioni;
-verificare le date di richiesta dei pareri e delle eventuali risposte ricevute;
-richiedere una copia di tutti i documenti / informazioni presenti nella pratica oppure trascrivere il tutto in caso di diniego;
-richiedere la redazione di un verbale sull'accesso agli atti.

Quando
Entro il termine indicato dalla Prefettura per eseguire l'accesso agli atti (tipicamente 30 giorni dalla data di risposta)


Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 04 April 2010 19:38:37
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 04 April 2010 :  20:04:55  Show Profile
Passo #1 - Avvio del procedimento
Premessa
Sotto il profilo legale, il procedimento di concessione della cittadinanza italiana è avviato nel momento in cui viene presentata l'istanza in Prefettura. Il risultato atteso dopo l'invio della prima comunicazione e successivo accesso agli atti è che il procedimento sia stato effettivamente avviato mediante l'immissione della pratica nel sistema informatizzato SICITT.

Nel caso in cui la Prefettura/UTG non abbia risposto in modo adeguato alla prima comunicazione oppure i riscontri effettuati durante l'accesso agli atti non siano confortanti (es. istanza ancora da lavorare), occorre procedere con una diffida adempiere per l'avvio del procedimento ed effettuare un ulteriore accesso agli atti.


Obiettivi
Ricevere una conferma ufficiale sull'avvio del procedimento e notifica del numero di protocollo della pratica (codice K10).

Cosa fare
Inoltrare una diffida ad adempiere per l'avvio del procedimento e richiesta di accesso agli atti.

Destinatari

  • Funzionario responsabile Ufficio Cittadinanza c/o UTG provicia di residenza

  • Prefetto c/o UTG provincia di residenza


I nominativi del funzionario responsabile dell'Ufficio Cittadinanza e del Prefetto Pro Tempore sono reperibili sul sito della prefettura della propria provincia di residenza (homepage: www.prefettura.it)

Quando
Dopo 30 giorni dalla presentazione dell'istanza oppure dopo 30 giorni dall'invio della prima comunicazione (passo #0, fa fede la data di ricezione sull'avviso di ricevimento della raccomandata).

Modalità di invio

  • Raccomandata A/R con ricevuta di ricevimento

  • Fax



Modello di documento
[quote]
Luogo, Data

All’Ufficio Territoriale del Governo di Provincia di Residenza
a.c.a. Funz. Resp. Ufficio Cittadinanza
Via XXX, n. Y
CAP - Città (Provincia)
Fax:

All’Ufficio Territoriale del Governo di Provincia di Residenza
a.c.a. Prefetto Pro-Tempore Nominativo Prefetto S.P.M.
Via XXX, n. Y
CAP - Città (Provincia)
Fax:



Oggetto: DIFFIDA AD ADEMPIERE E RICHIESTA DI ACCESSO AGLI ATTI per l’avvio del procedimento di concessione della cittadinanza italiana di ConiugeB


I sottoscritti

-ConiugeA, cittadino/a italiano/a, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y,
-ConiugeB cittadino/a indicare nazionalità, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y, tel. XXX/YYYYYYYY, cell. XXX/YYYYYYYY


nel nome e negli interessi propri e della nostra famiglia,

premesso

1)che il sottoscritto ConiugeA è cittadino italiano;
2)che il sottoscritto ConiugeA è coniugato con ConiugeB dal XX/YY/ZZZZ;
3)la sottoscritta ConiugeB, cittadina – indicare nazionalità - è residente in Via XXX n. Y CAP Città dal XX/YY/ZZZZ e titolare di una carta di soggiorno N. XXXXXX rilasciata in data XX/YY/ZZZZ dalla Questura di Città;
4)i sottoscritti hanno presentato in data XX/YY/ZZZZ presso la Prefettura di Città, Ufficio Cittadinanza di Via XXX, N. Y, l’istanza per l’ottenimento ai sensi dell’art 5 della legge n°91/1992 per la sottoscritta ConiugeB;
5)che in data XX/YY/ZZZZ in occasione della presentazione dell’istanza atta all’ottenimento della cittadinanza italiana per la sottoscritta ConiugeB non ci è stato comunicato l’avvio del procedimento della stessa e neanche il numero di protocollo della nostra pratica;

considerato - da aggiungere se rilevanti nel caso specifico

a1)che, in data XX/YY/ZZZZ, i sottoscritti hanno inviato a codesti uffici la richiesta di informazioni sui nominativi dei responsabili del procedimento ed una richiesta di accesso agli atti relativamente al procedimento di concessione della cittadinanza italiana di ConiugeB senza ottenere una risposta;
a2)che, in data XX/YY/ZZZZ, dall'esame degli atti, risultava che l’istruttoria non era stata ancora avviata dalla Prefettura di Roma;

DIFFIDIAMO AD ADEMPIERE


la Prefettura di Provicia di Residenza, Via XXX, n. Y, CAP, Città affinché avvii il procedimento richiesto e ne dia immediata comunicazione ai sottoscritti.

I sottoscritti chiedono ai sensi della Legge 241/1990, che siano indicati i nomi dei funzionari responsabili del procedimento sopra citato, nonché lo stato degli atti relativi ed inoltre che costoro, nell’espletamento dei competenti servizi, svolgano gli atti del loro ufficio o espongano le ragioni del ritardo o della esclusione entro 30 gg. dalla ricezione della presente richiesta, a norma dell'art. 328 c.p. così come modificato dalla Legge 16 aprile 1990 n. 86;

I sottoscritti chiedono inoltre ai sensi degli art. 10, 22, 23, 25 della legge n. 241/1990 che possano prendere visione e acquisire copia degli atti del procedimento per meglio determinare quali siano state le cause del ritardo nell’avvio del procedimento de quibus e le relative responsabilità, al fine di poterle successivamente evidenziare in sede legale, sia
personalmente che per delega.

I sottoscritti allegano alla presente:
1.copia dei propri documenti di identità;
2.copia della ricevuta di presentazione della documentazione per ottenimento della cittadinanza della sottoscritta ConiugeB

ConiugeA ConiugeB


[/quote]

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 04 April 2010 20:19:33
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 04 April 2010 :  20:24:22  Show Profile
Passo #1.1 - Accesso agli atti
Premessa
Dopo aver inviato la richiesta la diffida ad adempiere per l'avvio del procedimento e la richiesta di accesso agli atti, il risultato atteso è una comunicazione da parte della Prefettura-UTG contenente la conferma sull'avvio del procedimento con attribuzione del codice K10 e l'autorizzazione ad effettuare l'accesso agli atti in un periodo di tempo ben determinato (generalmente una finestra di 30 giorni a partire dalla data di invio della risposta).

Obiettivo
L'obiettivo di questa nuova sessione di accesso agli atti è quello di determinare lo stato in cui si trova il procedimento ed acquisire informazioni utili per accelerarne il decorso. Valgono le stesse considerazioni espresse nel passo #0.1

Cosa fare
Di seguito una check-list sulle informazioni da acquisire ed i controlli da effettuare durante l'accesso agli atti.
-verificare che il procedimento sia stato avviato mediante creazione di un fascicolo elettronico nel sistema SICITT ed attribuzione del codice K10 di protocollazione
-verificare che siano stati richiesti i pareri alle altre istituzioni coinvolte (tribunale, questura, comune);
-annotare i riferimenti (es. numero di protocollo) delle richieste effettuate alle suddette istituzioni;
-verificare le date di richiesta dei pareri e delle eventuali risposte ricevute;
-richiedere una copia di tutti i documenti / informazioni presenti nella pratica oppure trascrivere il tutto in caso di diniego;
-richiedere la redazione di un verbale sull'accesso agli atti.

Quando
Entro il termine indicato dalla Prefettura per eseguire l'accesso agli atti (tipicamente 30 giorni dalla data di risposta)

Hasta la victoria, siempre!
Go to Top of Page

amedeo
Difensore Civico Di TuttoStranieri

Italy
14194 Posts

Posted - 04 April 2010 :  21:22:31  Show Profile
C'è da aggiungere i passi 0.2 e 1.2 per il caso in cui l'accesso agli atti non sia stato consentito o consentito in modo parziale, mediante denuncia alla Commisione relativa.

Io aggiungere in fondo alle diffide una frase suggerita da Guido Baccoli:

"L'inottemperanza della presente diffida non potrà non essere considerata come un'intenzione volontaria con tanto di elemento soggettivo, elemento psicologico, dolo e consapevolezza della ingiustificata omissione."

In tal modo una successiva eventuale querela per omissione in atti d'ufficio avrà una maggiore incisivitò.

C'è da aggiungere, infine, i punti 0.3 e 1.3 relativi alle querele da sporgere nel caso in cui le diffide rimanessero lettera morta. Come modello si può prendere quello relativo alla mia riportata al passo 14 o 15 del Ricongiungimento step by step.

Un salutone,

Amedeo

Autore dei libri:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
acquistabili su www.edizionidellimpossibile.com

Indice generale (di Amedeo): http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=98
Indice di Tuttostranieri - topic rilevanti: http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=18786
Amministratore anche di http://www.burocraziaconsolare.com

Solo casi riservatissimi, email: amedeo_si@yahoo.it
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 05 April 2010 :  00:24:20  Show Profile
[quote]C'è da aggiungere i passi 0.2 e 1.2 per il caso in cui l'accesso agli atti non sia stato consentito o consentito in modo parziale, mediante denuncia alla Commisione relativa.

Io aggiungere in fondo alle diffide una frase suggerita da Guido Baccoli:

"L'inottemperanza della presente diffida non potrà non essere considerata come un'intenzione volontaria con tanto di elemento soggettivo, elemento psicologico, dolo e consapevolezza della ingiustificata omissione."

In tal modo una successiva eventuale querela per omissione in atti d'ufficio avrà una maggiore incisivitò.

C'è da aggiungere, infine, i punti 0.3 e 1.3 relativi alle querele da sporgere nel caso in cui le diffide rimanessero lettera morta. Come modello si può prendere quello relativo alla mia riportata al passo 14 o 15 del Ricongiungimento step by step.

Un salutone,

Originally posted by amedeo - 04 April 2010 :  21:22:31

[/quote]

Amedeo, ti ringrazio per i suggerimenti. Stavo appunto per aggiungere il punto 1.2 relativo al ricorso alla commissione di accesso agli atti. Aggiugerò il prezioso contributo di Guido al modello di diffida ad adempiere.

Il punto 1 dovrebbe articolarsi nel seguente modo:
Passo #1 -> Avvio del procedimento
Passo #1.1 -> Accesso agli atti
Passo #1.2 -> Ricorso alla commissione di accesso per silenzio-rigetto Prefettura
Passo #1.3 -> Sollecito parere a P.A. competente
Passo #1.4 -> Querela

Fammi sapere se pensi che siano utili ulteriori sotto-passi prima di passare al punto #2 (diffida ad adempiere per conclusione istruttoria Prefettura).

Saluti ed auguri di Buona Pasqua.

Federico

Hasta la victoria, siempre!
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 05 April 2010 :  00:35:05  Show Profile
Passo #1.2 - Ricorso alla commissione di accesso agli atti
Premessa
Nel caso in cui la Prefettura-UTG non autorizzi l'accesso agli atti richiesto nei passi #0 e #1 oppure durante l'accesso agli atti sia negato l'accesso ad informazioni utili si rende necessario alla commissione di accesso contro il silenzio-rigetto della Prefettura oppure di inadempienza della Prefettura. Il ricorso a tale commissione ha un iter veloce ed, in considerazione del potere ispettivo esercitato nei confronti della P.A. inadempiente, assicura che l'interessato possa accedere agli atti in base alle disposizione della Legge 241/1990 e successive modifiche.

Obiettivo
L'obiettivo del ricorso è di attivare l'intervento della Commissione di Accesso nei confronti della Prefettura-UTG affinchè autorizzi l'interessato ad esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento della concessione della cittadinanza italiana.

Cosa fare
Inoltrare un ricorso alla commissione di accesso agli atti.

Destinatario
  • Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi c/o Presidenza del Consiglio dei Ministri - Via della Mercede, n. 9 - 00187 Roma


Quando
Entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta di accesso agli atti inoltrata alla Prefettura-UTG (fa fede la data di ricezione riportata sull'avviso di ricevimento della raccomandata)

Modalità di invio


Modello di documento
[quote]
Luogo, Data

Alla Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi
c/o Presidenza del Consiglio dei Ministri
Via della Mercede, n. 9 - 00187 Roma
fax:06.6779.6684
e-mail: commissione.accesso@governo.it



Oggetto: Ricorso contro silenzio-rigetto Prefettura di Provincia - Ufficio Cittadinanza




I sottoscritti

-ConiugeA, cittadino/a italiano/a, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y,
-ConiugeB cittadino/a indicare nazionalità, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y, tel. XXX/YYYYYYYY, cell. XXX/YYYYYYYY

nel nome e negli interessi propri e della nostra famiglia,

premesso

1)che il sottoscritto ConiugeA è coniugato con ConiugeB dal XX/YY/ZZZZ;
2)che la sottoscritta ConiugeB, cittadino/a indicare nazionalità è titolare di una carta di soggiorno N. XXXXXX rilasciata in data XX/YY/ZZZZ dalla Questura di Città;
3)che i sottoscritti hanno presentato in data XX/YY/ZZZZ presso la Prefettura di Città, Ufficio Cittadinanza di Via XXX, N. Y, l’istanza per l’ottenimento ai sensi dell’art 5 della legge n°91/1992 per la sottoscritta ConiugeB;
4)che in data XX/YY/ZZZZ in occasione della presentazione dell’istanza atta all’ottenimento della cittadinanza italiana per la sottoscritta ConiugeB non ci è stato comunicato l’avvio del procedimento della stessa e neanche il numero di protocollo della nostra pratica;
5)che ai sensi del D.P.R. n. 362/1994 art. 2 comma 1: "L'autorità che ha ricevuto l'istanza di cui all'articolo 1 ne trasmette in ogni caso immediatamente copia al Ministero dell'interno, ed entro trenta giorni dalla presentazione, salvo il caso previsto dal comma 2, inoltra al Ministero stesso la relativa documentazione con le proprie osservazioni."
6)che i sottoscritti, non avendo ricevuto nessuna comunicazione di avvio del procedimento, in data XX/YY/ZZZZ, hanno inoltrato alla Prefettura di Provincia una comunicazione scritta di diffida ad adempiere e richiesta di accesso agli atti ai sensi degli art. 10, 22, 23, 25 della legge n. 241/1990 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno;
7)che la Prefettura di Roma ha ricevuto la nostra comunicazione in data XX/YY/ZZZZ

considerato

a)che, in data XX/YY/ZZZZ, sono trascorsi i trenta giorni a disposizione della Prefettura di Roma per concludere l'istruttoria di propria competenza nell'ambito del procedimento di concessione della cittadinanza italiana;
b)che, in data XX/YY/ZZZZ, sono trascorsi trenta giorni dal ricevimento della richiesta di accesso agli atti senza che la Prefettura abbia autorizzato l'accesso;

CHIEDONO

l’intervento della Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi contro il silenzio-rigetto della Prefettura di Roma alla richiesta di accesso agli atti finalizzalita alla determinazione dello stato di avanzamento della pratica, dei motivi del ritardo, del relativo numero di protocollo dell'istanza, nonchè deii nomi dei funzionari responsabili e del responsabile del procedimento


I sottoscritti allegano alla presente:
1. copia della diffida ad adempiere e richiesta di accesso agli atti inviata in data XX/YY/ZZZZ;
2. copia dei propri documenti di identità (doc1.pdf)
3. copia dell’istanza presentata c/o la Prefettura di Provincia, Ufficio Cittadinanza, Indirizzo - CAP - Città;
4. copia degli avvisi di ricevimento delle raccomandate inviate alla Prefettura di Provincia



ConiugeA ConiugeB

[/quote]

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 06 April 2010 13:33:22
Go to Top of Page

amedeo
Difensore Civico Di TuttoStranieri

Italy
14194 Posts

Posted - 05 April 2010 :  08:38:33  Show Profile
Caro Federico, ciao.

Va benissimo tutto. L'impostazione mi sembra chiara e corretta.

C'è da aggiungere che alla commissione per l'accesso ci si può rivolgere anche nel caso in cui abbiano consentito un accesso parziale e non completo agli atti.

... e se ne facciamo un libro?

Forse è il caso di spostare il topic nella sezione riservata?

Se concordi lo sposto, così non lo dobbiamo neanche bloccare ogni volta.

Un saluto,

Amedeo

Autore dei libri:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
acquistabili su www.edizionidellimpossibile.com

Indice generale (di Amedeo): http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=98
Indice di Tuttostranieri - topic rilevanti: http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=18786
Amministratore anche di http://www.burocraziaconsolare.com

Solo casi riservatissimi, email: amedeo_si@yahoo.it
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 05 April 2010 :  21:00:31  Show Profile
Passo #1.3 - Sollecito a Pubblica Amministrazione inadempiente
Premessa
Come già discusso in precedenza, l'obiettivo principale dell'accesso agli atti in Prefettura è quello di determinare lo stato dell'istruttoria e, nel caso in cui essa sia stata avviata, stabilire quali siano le Pubbliche Amministrazioni coinvolte dalla Prefettura ad esprimere il proprio parere. Tipicamente le amministrazioni coinvolte sono tre: 1)Comune di residenza, 2)Questura e 3)Tribunale.

L'interazione tra Prefettura e Pubbliche Amministrazioni avviene in modo telematico attraverso l'applicazione SICITT che consente la visibilità in tempo reale del fascicolo elettronico associato all'istanza di concessione della cittadinanza italiana.
E' di fondamentale importanza durante l'accesso agli atti in Prefettura stabilire l'elenco delle amministrazioni coinvolte con evidenza della data in cui è stata inviata la richiesta di parere e gli eventuali pareri già espressi, in modo da focalizzare il sollecito verso le P.A. inadempienti.


Obiettivi
Per poter esprimere il proprio parere, la Prefettura deve aver acquisito i pareri da parte di altre P.A. Come già evidenziato, il tempo a disposizione della Prefettura per concludere l'istruttoria di sua competenza è pari a 30 giorni. Tuttavia, il DPR 362/94 non contiene alcuna disposizione sui tempi che le amministrazioni coinvolte devono osservare per formulare il proprio parere. Viene di conseguenza assunto il limite di 90 giorni normalmente vigente nell'ambito del diritto amministrativo (verificare riferimenti legislativi).
L'obiettivo di questo passo è quello di sollecitare la P.A. a cui la prefettura ha richiesto un parere e che non hanno ancora risposto.

Cosa fare
Inviare una richiesta di informazioni con accesso agli atti alle P.A. inadempienti

Destinatario
  • P.A. inadempiente c.a. del responsabile del procedimento della cittadinanza (codice di protocollo K10/XX/YYYYY


Quando
Dopo aver eseguito l'accesso agli atti in Prefettura ed aver acquisito le seguenti informazioni:
  • avvio istruttoria avvenuto con successo

  • codice di protocollo K10

  • elenco delle P.A. a cui è stato richiesto un parere e che non hanno risposto



Modalità di invio

  • Raccomandata

  • Fax


Gli indirizzi ed i riferimenti del Fax possono essere reperiti su sui internet (es. poliziadistato.it) oppure telefonicamente all'U.R.P.

Modello di documento
Viene di seguito riportato un modello di richiesta di informazioni inviato alla Questura.
[quote]
Luogo, Data


Questura di Città - Divisione Stranieri
a.c.a Responsabile procedimento concessione cittadinanza italiana (rif. prot. K10/XX/YYYYYY)
Via XXX, n. Y
CAP – Città (Provincia)
Tel: XXX.YYYYYYYY
Fax: XXX.YYYYYYYY


Oggetto: Richiesta di informazioni sull'istruttoria per quanto di competenza della Questura di Città per la pratica di concessione della cittadinanza italiana alla sottoscritta ConiugeB (Prot. K10/X/YYYYYY)



I sottoscritti

-ConiugeA, cittadino/a italiano/a, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y,
-ConiugeB cittadino/a indicare nazionalità, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y, tel. XXX/YYYYYYYY, cell. XXX/YYYYYYYY

nel nome e negli interessi propri e della nostra famiglia,

viste le leggi:

-Legge 5 febbraio 1992, n°91 e modifiche;
-Regolamento di attuazione legge 5/2/92 n°92 (D.P.R. 572/93);
-Disciplina procedimenti di acquisto cittadinanza (DPR 362/94);
-Legge 7 agosto 1990, n°241;
-Legge 11 febbraio 2005, n°15;
-Legge 14 maggio 2005, n°80;

premesso


1)che il sottoscritto ConiugeA è coniugato con ConiugeB dal XX/YY/ZZZZ;
2)che la sottoscritta ConiugeB, cittadino/a indicare nazionalità è titolare di una carta di soggiorno N. XXXXXX rilasciata in data XX/YY/ZZZZ dalla Questura di Città;
3)che i sottoscritti hanno presentato in data XX/YY/ZZZZ presso la Prefettura di Città, Ufficio Cittadinanza di Via XXX, N. Y, l’istanza per l’ottenimento ai sensi dell’art 5 della legge n°91/1992 per la sottoscritta ConiugeB;
4)che, in data XX/YY/ZZZZ, la Prefettura di Città ha inserito la pratica nel Sistema Informatizzato della Cittadinanza , con conseguente attribuzione di un numero di protocollo e creazione di un fascicolo elettronico, visibile in tempo reale tanto al Ministero dell'Interno quanto alla Questura di Città;

considerato

a)ai sensi del DPR 362/94 (Disciplina procedimenti di acquisto cittadinanza) art. 2 comma 1, la Prefettura di Città deve trasmettere entro 30 (trenta) giorni dalla presentazione dell’istanza trasmettere la documentazione definitiva con le proprie osservazioni al Ministero dell’Interno;
b)in data XX/YY/ZZZZ, dall'esame degli atti a disposizione dell'Ufficio Cittadinanza della Prefettura di Città, risultava assente il predetto rapporto informativo della Questura di Città;
c)la Prefettura di Città è in attesa del rapporto informativo della Questura per poter esprimere il parere di propria competenza.


CHIEDONO


ai sensi della legge 7 agosto 1990 n°241 e modifiche, art. 9, 10, 10-bis, 17, 22, 23, 25 di essere informati sullo stato dell’istanza da noi presentata (Prot. N. K/10/X/YYYYYY) e che siano indicati i nomi dei funzionari responsabili del procedimento sopra citato, nonché lo stato degli atti relativi, nonché i recapiti precisi di codesto Ufficio per l'invio di comunicazioni a mezzo posta, email e fax.


I sottoscritti allegano alla presente:
1. copia dei propri documenti di identità;
2. copia della carta di soggiorno della sottoscritta ConiugeB;
3. copia del verbale di accesso agli atti della Prefettura di Città.

ConiugeA ConiugeB

[/quote]

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 06 April 2010 13:30:19
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 06 April 2010 :  13:46:37  Show Profile
[quote]Caro Federico, ciao.

Va benissimo tutto. L'impostazione mi sembra chiara e corretta.

C'è da aggiungere che alla commissione per l'accesso ci si può rivolgere anche nel caso in cui abbiano consentito un accesso parziale e non completo agli atti.

... e se ne facciamo un libro?

Forse è il caso di spostare il topic nella sezione riservata?

Se concordi lo sposto, così non lo dobbiamo neanche bloccare ogni volta.

Un saluto,

Originally posted by amedeo - 05 April 2010 :  08:38:33

[/quote]

Ciao Amedeo, credo che l'obiettivo primario sia quello di completare questo topic in modo da condividere con tutti i partecipanti di questo forum le procedure operative per migliorare il record mio e di mia moglie.

L'idea del libro è sicuramente valida per documentare in dettaglio i singoli passi e possibili varianti che questo topic non potrà mai coprire a fondo. Non sono sicuro però di poter dare un contributo a questa iniziativa a causa di impegni di lavoro e familiari che assorbono già il 110% del mio tempo.

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 07 April 2010 16:54:53
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 07 April 2010 :  16:51:38  Show Profile
Passo #1.4 - Querela

Premessa

Obiettivi
Occorre far capire alla Publica Amministrazione che l'utente non ha alcuna intenzione di subire ingiustificati ritardi nell'espletamento di una procedura. Spesso, se consegnata dai Carabinieri, questi chiamano telefonicamente le persone interessate e la situazione si sblocca senza necessità di andare oltre. In secondo ordine, quando le persone interessate ricevono un avviso di reato si rendono conto dell'errore commesso e sbloccano nuovamente la situazione. In tal caso il procedimento viene archiviato. Potrà capitare anche che si vada oltre i due casi citati ed allora diventa necessaria l'assistenza di un legale.

Cosa fare
Predisporre il racconto dei fatti in una apposita querela (denuncia, in termini comuni) affinchè un giudice valuti se l'accaduto abbia rilevanza penale.

Destinatario

  • Procura della Repubblica


Quando
Trascorso il periodo di tempo previsto per legge (30/90giorni)

Modalità di invio

  • consegna manuale ai Carabinieri

  • consegna manuale alla Polizia

  • consegna manuale alla Procura della Repubblica



Modello di documento
[quote]
PROCURA DELLA REPUBBLICA
PRESSO IL TRIBUNALE PENALE DI _______

ATTO DI QUERELA


Il sottoscritto _________________, nato a __________ il __.__.____ e residente in _____________ - _____ ________ (__), tel. __________, cittadino ________, (indicare notizie/dati qualificanti) ______________

con il presente atto di querela, espone i fatti qui di seguito illustrati:

1. _________________; (descrizione dei fatti punto per punto)
2. trascorsi i __ giorni prescritti dalla legge per il rilascio di ________, con raccomandata del __.__.____, inviava agli Uffici ___________, apposita diffida ad adempiere, richiesta di indicazione dei funzionari responsabili della trattazione delle pratica e richiesta di accesso agli atti (allegato 1), che risulta tuttora disattesa in palese violazione della vigente normativa civile e penale;
3. in conclusione, a seguito di quanto sopra esposto, il sottoscritto:
e) constata che il termine di __ giorni previsto dalla legge per la conclusione del procedimento amministrativo riguardante ____________ di _____________è stato ad oggi abbondantemente superato;
f) pensa di poter ragionevolmente ritenere che la non indicazione dei funzionari responsabili del procedimento di cui trattasi possa costituire violazione prevista dal Codice Penale in quanto e se finalizzata a non dover ottemperare agli obblighi dell’art. 328 C.P., appositamente richiamato dal sottoscritto nella sua diffida ad adempiere del __.__.____; (se avvenuto)
g) pensa di poter ragionevolmente ritenere possibile che l’atto notificato in data __.__.____ sia stato emesso con la malcelata intenzione di posporre la data di inizio del procedimento amministrativo in questione, finalizzata alla elusione di tutti gli obblighi temporali e procedurali conseguenti; (se avvenuto)
h) pensa di poter ragionevolmente ritenere che situazioni come questa non possano avvenire se non vi partecipa una molteplicità di funzionari, che magari non osano contestare decisioni illegittime di un superiore gerarchico; (se si ritiene avvenuto)
i) si trova costretto a dover ____________.

Pertanto, con il presene atto di querela, CHIEDE anche con l’ausilio della propria persona, con le audizioni a chiarimento dei fatti illustrati nel presente atto e di quelli allo stesso allegati, di manifestare la volontà

che si proceda penalmente ai sensi dell’art. 336 C.P.P. nei confronti di:


a) Dirigente p.t. dell’Ufficio ________________;
b) Dirigente p.t. dell’Ufficio ________________;
c) di ogni altro funzionario che, partecipando allo svolgimento della procedura di rilascio del _____________ di ____________, ne abbia ritardato i tempi di esecuzione e/o abbia omesso atti dovuti e/o abbia emesso atti non legittimi e/o abbia comunque avallato decisioni illegittime dei superiori gerarchici;
d) ogni altra persona dovesse essere ritenuta responsabile di accadimenti penalmente rilevanti in relazione alla presente querela;

in ordine a tutti i fatti previsti dalla legge come reato che la S.V. vorrà ravisare, chiedendo la giusta punizione del o dei colpevoli e di essere informato in caso di archiviazione ex art. 408, comma 2, C.P.P. ed in caso di proroga delle indagini preliminari.

NOMINA


in relazione al presente relativo atto di querela, proprio legale di fiducia ex art. 96 C.P.P. l’avvocato _____________ del foro di ____, con studio in _________________. (inserire il nome di un legale che si conosce)

Luogo e data
(nome e cognome)
______________________ (firma)


Allegati: ____________
[/quote]

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 07 April 2010 16:53:59
Go to Top of Page

senesef
Esperto in cittadinanza per matrimonio

Italy
217 Posts

Posted - 08 April 2010 :  19:48:01  Show Profile
Passo #2 - Conclusione istruttoria prefettura
Premessa
La conclusione del passo #1 ha determinato l'invio di tutti i pareri dalle Pubbliche Amministrazioni coinvolte alla Prefettura competente. Per la conclusione della prima parte dell'istruttoria è necessario che la Prefettura esamini i parari pervenuti, esprima il proprio e trasferisca la pratica al Ministero per il prosieguo dell'istruttoria.

Obiettivi
L'obiettivo di questo passo è quello di sollecitare la Prefettura alla conclusione dell'istruttoria entro il termine di 30 giorni dall'avvio del procedimento come determinato dal DPR 362/94.

Cosa fare
Inviare una richiesta di informazioni su conclusione dell'istruttoria di competenza della Prefettura e richiesta di accesso agli atti.

Destinatario

  • Funzionario responsabile Ufficio Cittadinanza c/o UTG provicia di residenza

  • [*] Prefetto c/o UTG provincia di residenza [*]

    Quando
    Dopo aver ricevuto conferma che tutti i pareri sono stati espressi dalle P.A coinvolte
    eseguito l'accesso agli atti in Prefettura ed aver acquisito le seguenti informazioni

    Modalità di invio
    [list]
    [*] Raccomandata

  • [*] Fax


Modello di documento
[quote]
Luogo, Data

All’Ufficio Territoriale del Governo di Provincia di Residenza
a.c.a. Funz. Resp. Ufficio Cittadinanza
Via XXX, n. Y
CAP - Città (Provincia)
Fax:

All’Ufficio Territoriale del Governo di Provincia di Residenza
a.c.a. Prefetto Pro-Tempore Nominativo Prefetto S.P.M.
Via XXX, n. Y
CAP - Città (Provincia)
Fax:


Oggetto: Richiesta di accesso agli atti e conferma di fine istruttoria per quanto di competenza della Prefettura di Città per la pratica di concessione della cittadinanza italiana alla sottoscritta ConiugeB (Prot. K10/X/YYYYYYY)

I sottoscritti

-ConiugeA, cittadino/a italiano/a, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y,
-ConiugeB cittadino/a indicare nazionalità, nato/a a Città, il XX/YY/ZZZZ, residente a Città in Via XXX, N. Y, tel. XXX/YYYYYYYY, cell. XXX/YYYYYYYY

nel nome e negli interessi propri e della nostra famiglia,

viste le leggi:

-Legge 5 febbraio 1992, n°91 e modifiche;
-Regolamento di attuazione legge 5/2/92 n°92 (D.P.R. 572/93);
-Disciplina procedimenti di acquisto cittadinanza (DPR 362/94);
-Legge 7 agosto 1990, n°241;
-Legge 11 febbraio 2005, n°15;
-Legge 14 maggio 2005, n°80;

premesso

1)che il sottoscritto ConiugeA è coniugato con ConiugeB dal XX/YY/ZZZZ;
2)che la sottoscritta ConiugeB, cittadina – indicare nazionalità - è residente in Via XXX n. Y CAP Città dal XX/YY/ZZZZ e titolare di una carta di soggiorno N. XXXXXX rilasciata in data XX/YY/ZZZZ dalla Questura di Città;
3)che i sottoscritti hanno presentato in data XX/YY/ZZZZ presso la Prefettura di Città, Ufficio Cittadinanza di Via XXX, N. Y, l’istanza per l’ottenimento ai sensi dell’art 5 della legge n°91/1992 per la sottoscritta ConiugeB;
4)che in data XX/YY/ZZZZ, dall'esame degli atti, risultava che l’istruttoria è stata avviata dalla Prefettura di Città in data XX/YY/ZZZZ e che in tale data era(no) assente/i il/i rapporto/i informativo/i delle seguenti pubbliche amministrazioni (XXX, YYY, ZZZ), necessari alla Prefettura di Città per poter esprimere il parere di propria competenza;

considerato




[/quote]

Hasta la victoria, siempre!

Edited by - senesef on 08 April 2010 20:08:31
Go to Top of Page

amedeo
Difensore Civico Di TuttoStranieri

Italy
14194 Posts

Posted - 24 October 2011 :  17:39:35  Show Profile
Una volta firmato il decreto, il Ministero deve inoltrarlo subito in prefettura e questa ha poi 15 giorni per notificarlo all'interessato.

Riporto quanto preso dal topic http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=23169&whichpage=3

[quote]Decreto del Presidente della Repubblica 18.4.1994, n. 362
Regolamento recante disciplina dei procedimenti di acquisto della cittadinanza italiana.
Articolo 4
Comunicazioni e notificazioni
1. Ai fini previsti dall'articolo 7 del regolamento emanato con decreto del presidente della repubblica 12 ottobre 1993, n. 572, il decreto del ministro e' immediatamente trasmesso all'autorita' che ha ricevuto la domanda. quest'ultima ne cura la notifica all'interessato, entro i successivi quindici giorni.
[/quote]

Un saluto,

Amedeo

Autore dei libri:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
acquistabili su www.edizionidellimpossibile.com

Indice generale (di Amedeo): http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=98
Indice di Tuttostranieri - topic rilevanti: http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=18786
Amministratore anche di http://www.burocraziaconsolare.com

Solo casi riservatissimi, email: amedeo_si@yahoo.it
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Topic Locked
 Printer Friendly
Jump To:
Tutto Stranieri © Tutto Stranieri Go To Top Of Page
Pagina elaborata in 0.27 secondi. Snitz Forums 2000