Tutto Stranieri
Tutto Stranieri
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
 All Forums
 Le normative
 I titoli di soggiorno
 quanto si può soggiornare all'estero con la CdS
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 13 September 2010 :  12:30:49  Show Profile  Reply with Quote
Buongiorno. Vorrei avere qualche informazione su quanto si può stare all'estero con la carta di soggiorno per motivi familiari, e poter tranquillamente ritornare in Italia. So che i permessi per lavoro dopo 6 mesi di assenza dall'Italia scadono. Ma se uno ha il permesso per famiglia, per logica la famiglia non scade. Potete aiutarmi? Grazie

Gianfranco Di Siena
Forum Moderator

Italy
2753 Posts

Posted - 13 September 2010 :  13:10:35  Show Profile  Reply with Quote
La Carta di soggiorno per motivi familiari ( da non confondere con la “ Carta di soggiorno di familiare di cittadino dell’ Unione “ di cui all' art. 10 del dlgs. 30/2007 ) ) è oggi denominata “” Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo “”. Trascrivo di seguito la relativa normativa sulle assenze consentite.
“” TITOLO II
DISPOSIZIONI SULL’INGRESSO, IL SOGGIORNO E L’ALLONTANAMENTO DAL TERRITORIO DELLO STATO

CAPO I
DISPOSIZIONI SULL’INGRESSO E IL SOGGIORNO


Art. 9.
Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
1. Lo straniero in possesso, da almeno cinque anni, di un permesso di soggiorno in corso di validità, che dimostra la disponibilità di un reddito non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale e, nel caso di richiesta relativa ai familiari, di un reddito sufficiente secondo i parametri indicati nell’articolo 29, comma 3, lettera b) e di un alloggio idoneo che rientri nei parametri minimi previsti dalla legge regionale per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica ovvero che sia fornito dei requisiti di idoneità igienico-sanitaria accertati dall’Azienda unità sanitaria locale competente per territorio, può chiedere al questore il rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, per sé e per i familiari di cui all’articolo 29, comma 1.

2. Il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo è a tempo indeterminato ed è rilasciato entro novanta giorni dalla richiesta.

.

7. Il permesso di soggiorno di cui al comma 1 è revocato:
d) in caso di assenza dal territorio dell’Unione per un periodo di dodici mesi consecutivi;
e) in caso di conferimento di permesso di soggiorno di lungo periodo da parte di altro Stato membro dell’Unione europea, previa comunicazione da parte di quest’ultimo, e comunque in caso di assenza dal territorio dello Stato per un periodo superiore a sei anni.




Avv. Gianfranco Di Siena

Corso Buenos Aires- 45 Milano.
E-mail: Avv.Gianfranco.DiSiena@fastwebnet.it
tel/fax: 02/36728928
cell: 3473313614
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 13 September 2010 :  13:45:19  Show Profile  Reply with Quote
ops.. grazie per la precisazione, ma credo allora che sia proprio la Carta di soggiorno di familiare di cittadino dell’ Unione, in quanto l'hanno data a mio marito perchè è sposato con me (italiana) ma ancora non ha la cittadinanza (). quindi sono altre leggi che regolano l'uscita da paese (e dall'europa perchè vorremmo sogiornare per un po in ecuador, suo paese di origine).
Ancora grazie e mi scuso per l'ignoranza.
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 13 September 2010 :  13:59:09  Show Profile  Reply with Quote
Inoltre vorrei aggiungere, nel caso sia rilevante, che il soggiorno in ecuador sarebbe anche per me, e quindi l'intera "famiglia" si sposterebbe...
Go to Top of Page

Gianfranco Di Siena
Forum Moderator

Italy
2753 Posts

Posted - 13 September 2010 :  16:01:58  Show Profile  Reply with Quote
Il coniuge ( non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione europea ) di cittadino italiano/comunitario ha diritto alla “” Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione”
Trascrivo la normativa ( con riferimento alle assenze dall’ Italia ):

“” Art. 10 dlgs. 30/2007
Carta di soggiorno per i familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione europea

1. I familiari del cittadino dell'Unione non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, di cui all’articolo 2, trascorsi tre mesi dall’ingresso nel territorio nazionale, richiedono alla questura competente per territorio di residenza la “Carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione”, redatta su modello conforme a quello stabilito con Decreto del Ministro dell’interno da emanarsi entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto legislativo. Fino alla data di entrata in vigore del predetto decreto, è rilasciato il titolo di soggiorno previsto dalla normativa vigente alla data di entrata in vigore del presente decreto.

……………………………………………………..
4. La carta di soggiorno di familiare di un cittadino dell’Unione ha una validità di cinque anni dalla data del rilascio.

5. La carta di soggiorno mantiene la propria validità anche in caso di assenze temporanee del titolare non superiori a sei mesi l'anno, nonché di assenze di durata superiore per l'assolvimento di obblighi militari ovvero di assenze fino a dodici mesi consecutivi per rilevanti motivi, quali la gravidanza e la maternità, malattia grave, studi o formazione professionale o distacco per motivi di lavoro in un altro Stato; è onere dell’interessato esibire la documentazione atta a dimostrare i fatti che consentono la perduranza di validità.””

Se detto coniuge ha acquisito il Diritto di soggiorno permanente le sue assenze dall’ Italia sono disciplinate nel modo seguente ( dlgs. 30/2007 ):


“” Art. 14
Diritto di soggiorno permanente

……………………………………………………………………….

2. Salve le disposizioni degli articoli 11 e 12, il familiare non avente la cittadinanza di uno Stato membro acquisisce il diritto di soggiorno permanente se ha soggiornato legalmente in via continuativa per cinque anni nel territorio nazionale unitamente al cittadino dell'Unione.

3. La continuità del soggiorno non è pregiudicato da assenze che non superino complessivamente sei mesi l'anno, nonché da assenze di durata superiore per l'assolvimento di obblighi militari ovvero di assenze fino a dodici mesi consecutivi per motivi rilevanti, quali la gravidanza e la maternità, malattia grave, studi o formazione professionale o distacco per motivi di lavoro in un altro Stato membro o in un paese terzo.

4. Il diritto di soggiorno permanente si perde in ogni caso a seguito di assenze dal territorio nazionale di durata superiore a due anni consecutivi.



Art. 17
Carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro

1. Ai familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione europea, che abbiano maturato il diritto di soggiorno permanente, la Questura rilascia una “Carta di soggiorno permanente per familiari di cittadini europei”.

………………………………………………………………………………………
4. Le interruzioni di soggiorno che non superino, ogni volta, i due anni consecutivi, non incidono sulla validità della carta di soggiorno permanente….””




Avv. Gianfranco Di Siena

Corso Buenos Aires- 45 Milano.
E-mail: Avv.Gianfranco.DiSiena@fastwebnet.it
tel/fax: 02/36728928
cell: 3473313614
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 13 September 2010 :  16:42:59  Show Profile  Reply with Quote
Grazie, non potevo sperare in una risposta più chiara di così!
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 13 September 2010 :  16:47:31  Show Profile  Reply with Quote
ecco però che già mi è venuto un altro dubbio: quando si dice "acquisisce il diritto di soggiorno permanente se ha soggiornato legalmente in via continuativa per cinque anni nel territorio nazionale unitamente al cittadino dell'Unione." ma si intende "unitamente con vincolo di matrimonio" o "unitamente come convivente che si evince dal certificato di residenza/famiglia"? Questo cambia perchè siamo sposati da 3 anni ma conviviamo da molto di più. Ancora grazie
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 14 September 2010 :  13:28:28  Show Profile  Reply with Quote
Nessuno sa rispondere a questo mio quesito? Per favore, è importante... grazie
Go to Top of Page

Baritirana
Moderatore esperto in CdS DL 30/2007

Italy
423 Posts

Posted - 14 September 2010 :  14:20:40  Show Profile  Reply with Quote
[quote]ecco però che già mi è venuto un altro dubbio: quando si dice "acquisisce il diritto di soggiorno permanente se ha soggiornato legalmente in via continuativa per cinque anni nel territorio nazionale unitamente al cittadino dell'Unione." ma si intende "unitamente con vincolo di matrimonio" o "unitamente come convivente che si evince dal certificato di residenza/famiglia"? Questo cambia perchè siamo sposati da 3 anni ma conviviamo da molto di più. Ancora grazie

Originariamente inviato da supermarins - 13 settembre 2010 :  16:47:31

[/quote]

matrimonio.

Questura di Bari: cds ex art. 10 d.lgs. 30/2007 in meno di una settimana... Quando la burocrazia ha un volto umano...

Indice generale delle questure d'Italia per istanza di cds:
http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?whichpage=1&TOPIC_ID=21137#359493
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 15 September 2010 :  11:02:53  Show Profile  Reply with Quote
Oddio, ma la buone notizie non sono di questo mondo mi sa!
Il fatto è che io e mio marito vorremmo trasferirci in Ecuador, per vivere e lavorare lì, ma lui qui lascerebbe un figlio (ecuatoriano) che vive con la madre. La sua paura è quella che potrebbero non farlo rientrare in un qualsiasi momento volesse ritornare a trovare il figlio o ci fosse una qualsiasi emergenza per cui debba tornare di corsa.... è proprio così? Per la cittadinanza abbiamo appena ripresentato la domanda, quindi... campa cavallo che l'erba cresce, come diceva mia madre....
Go to Top of Page

amedeo
Difensore Civico Di TuttoStranieri

Italy
14194 Posts

Posted - 15 September 2010 :  16:44:33  Show Profile  Reply with Quote
[quote]Oddio, ma la buone notizie non sono di questo mondo mi sa!
Il fatto è che io e mio marito vorremmo trasferirci in Ecuador, per vivere e lavorare lì, ma lui qui lascerebbe un figlio (ecuatoriano) che vive con la madre. La sua paura è quella che potrebbero non farlo rientrare in un qualsiasi momento volesse ritornare a trovare il figlio o ci fosse una qualsiasi emergenza per cui debba tornare di corsa.... è proprio così? Per la cittadinanza abbiamo appena ripresentato la domanda, quindi... campa cavallo che l'erba cresce, come diceva mia madre....

Originariamente inviato da supermarins - 15 settembre 2010 :  11:02:53

[/quote]

Può sempre chiedere un visto per l'Italia quale coniuge di cittadino italiano. E' molto più facile averlo. Ne può anche chiedere uno di lunga durata (anche 5 anni) e multingresso.

Un saluto,

Amedeo

Autore dei libri:
- Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
- Ricongiungimento ... step by step
acquistabili su www.edizionidellimpossibile.com

Indice generale (di Amedeo): http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=98
Indice di Tuttostranieri - topic rilevanti: http://www.tuttostranieri.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=18786
Amministratore anche di http://www.burocraziaconsolare.com

Solo casi riservatissimi, email: amedeo_si@yahoo.it
Go to Top of Page

supermarins
Starting Member

Italy
40 Posts

Posted - 16 September 2010 :  09:23:52  Show Profile  Reply with Quote
Ah, questa è una buona idea... ottima anzi... mi informo presso l'ambasciata italiana a Quito allora... grazie per i vostri preziosi consigli!!!
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Tutto Stranieri © Tutto Stranieri Go To Top Of Page
Pagina elaborata in 0.2 secondi. Snitz Forums 2000